Dom. Apr 11th, 2021

Bambini abruzzesi protagonisti degli studi preliminari sui disturbi dell’apprendimento

Autismo, parte lo screening sui disturbi nei neonati

Portrait of smart schoolgirls and schoolboys looking at the laptop in classroom

Valutati eventuali collegamenti tra l’allenamento uditivo-vestibolare e i DSA

 CHIETI Saranno circa una ventina i bambini abruzzesi i protagonisti di un studio preliminare, unico in Italia, incentrato sulla relazione tra il sistema uditivo-vestibolare e i disturbi di apprendimento, in particolare la dislessia. La Fondazione Padre Alberto Mileno onlus di Vasto (Chieti) in collaborazione con i ricercatori dell’Università degli Studi di Torino condurranno uno screening audio-vestibolare su bambini interessati da dislessia frequentanti la scuola primaria. Il progetto, tra i più innovativi in Italia, prenderà il via ad aprile nella città di Vasto e andrà avanti per tre mesi: l’obiettivo è quello di valutare se attraverso l’allenamento dei sistemi uditivo e vestibolare, i soggetti possano riscontrare effetti positivi di fronte alle difficoltà di lettura, scrittura e calcolo. A coordinare lo studio, il dottor Benito Michelizza, del servizio di Foniatria e logopedia e Centro studi dislessia e Dsa della Fondazione Mileno. “Si conoscono da tempo le interrelazioni tra il sistema uditivo e la capacità di lettura – spiega – meno indagata è invece la relazione tra funzionalità del sistema uditivo e vestibolare e meccanismi di percezione visiva collegati alla lettura”. In una prima fase i bambini saranno sottoposti a test dell’equilibrio e dell’udito, poi per due mesi effettueranno esercizi di allenamento dei sistemi ritenuti deficitari, per poi essere sottoposti a un altro test di verifica a fine percorso. Se questo primo studio effettuato in fase sperimentale in Abruzzo, dovesse evidenziare cambiamenti sensibili, allora si andrà avanti. 

Please follow and like us: