Home LIFESTYLE Montepulciano d’Abruzzo Doc, arriva la campagna televisiva

Montepulciano d’Abruzzo Doc, arriva la campagna televisiva

Montepulciano d’Abruzzo Doc, arriva la campagna televisiva
0
0

La campagna televisiva (avviata in questi giorni) prevede passaggi televisivi sui principali canali Rai e Mediaset, e successivamente, anche su La7.

PESCARA Una campagna di comunicazione nazionale per promuovere il Montepulciano d’Abruzzo. È il progetto messo in campo dal Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo, con i fondi del Programma di sviluppo rurale, mirato a rafforzare l’immagine del comparto vitivinicolo regionale che, secondo i dati illustrati dall’assessore all’agricoltura Dino Pepe, è in forte crescita: +13% di export nel 2017, 100 milioni di bottiglie prodotte e un volume di affari che in termini finanziari rappresenta il 20% dell’economia agricola regionale. “Questi numeri sono il miglior modo per festeggiare il 50° anno dal riconoscimento della DOC Montepulciano d’Abruzzo insieme a tutta la comunità agricola regionale – esordisce l’assessore Dino Pepe -. E colgo l’occasione per ringraziare gli imprenditori lungimiranti che cinquant’anni fa già pensavano alla certificazione di origine, idea sicuramente brillante e intelligente. Il Montepulciano d’Abruzzo DOC è oggi uno dei vini più diffusi in Italia e all’estero, con oltre 100 milioni di bottiglie prodotte ogni anno e vendute in 70 Paesi. E per sottolineare l’unicità del prodotto – ha aggiunto Pepe – abbiamo realizzato uno spot emozionale, capace di trasmettere l’autenticità di questo vino, ambasciatore di un territorio da sempre apprezzato per la sua natura unica”. La campagna televisiva (avviata in questi giorni) prevede passaggi televisivi sui principali canali Rai e Mediaset, e successivamente, anche su La7. “Con questa campagna abbiamo voluto raccontare la grande qualità che l’Abruzzo è in grado di esprimere – sottolinea Valentino Di Campli, presidente del Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo -. Questa iniziativa sugella un anno incredibile nel corso del quale il Consorzio è stato protagonista a livello nazionale ed internazionale”.