TG ABRUZZO24 http://www.tgabruzzo24.com Per essere sempre informati Tue, 19 Jan 2021 14:27:37 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.4.2 http://www.tgabruzzo24.com/wp-content/uploads/2016/12/LOGO-SOCIAL-TGABRUZZO24-DEF-150PX-40x40.png TG ABRUZZO24 http://www.tgabruzzo24.com 32 32 Pescara, cerimonia di giuramento di sette Ufficiali di Polizia Giudiziaria http://www.tgabruzzo24.com/news/pescara-cerimonia-di-giuramento-di-sette-ufficiali-di-polizia-giudiziaria/ Tue, 19 Jan 2021 14:27:37 +0000 http://www.tgabruzzo24.com/?p=20234 L’assessore Nicoletta Di Nisio: <E’ un ruolo di grande rilievo morale>     PESCARA L’assessore...

L'articolo Pescara, cerimonia di giuramento di sette Ufficiali di Polizia Giudiziaria proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
L’assessore Nicoletta Di Nisio: <E’ un ruolo di grande rilievo morale>

 

 

PESCARA L’assessore Nicoletta Di Nisio ha conferito questa mattina – nel corso di una breve cerimonia tenutasi presso la Sala giunta di Palazzo di città – la qualifica di Ufficiale di polizia giudiziaria ad altrettanti giovani che, senza nascondere un po’ di emozione, hanno pronunciato il giuramento di rito prima di ricevere il tesserino che attesta il nuovo ruolo.

<Si tratta di una funzione che riveste una rilevante importanza sotto il profilo morale – ha affermato l’Assessore Nicoletta Di Nisio – e sono convinta che questi giovani, anche alla luce del loro curriculum, abbiano tutte le qualità per esercitarla>. 

Il decreto n. 58 del 1997 ha individuato la figura e il relativo profilo professionale del tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, accomunandola, appunto, a quella dell’ufficiale di Polizia giudiziaria; è l’operatore sanitario che, in possesso del diploma universitario abilitante, è responsabile, nell’ambito delle proprie competenze, di tutte le attività di prevenzione, verifica e controllo in materia di igiene e sicurezza ambientale nei luoghi di vita e di lavoro, di igiene degli alimenti e delle bevande, di igiene di sanità pubblica e veterinaria.

L'articolo Pescara, cerimonia di giuramento di sette Ufficiali di Polizia Giudiziaria proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Pescara, iniziati i lavori di svuotamento della vasca di colmata http://www.tgabruzzo24.com/news/pescara-iniziati-i-lavori-di-svuotamento-della-vasca-di-colmata/ Tue, 19 Jan 2021 13:39:02 +0000 http://www.tgabruzzo24.com/?p=20231 Masci: <Le nostre insistenze ci permettono ora di eliminare quella collina di fanghi che offende...

L'articolo Pescara, iniziati i lavori di svuotamento della vasca di colmata proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Masci: <Le nostre insistenze ci permettono ora di eliminare quella collina di fanghi che offende il decoro del porto e della città>

 

PESCARA È proprio il caso di dire “finalmente!”. Sono infatti in corso in questi giorni i lavori lungamente attesi di svuotamento della vasca di colmata all’imboccatura del Porto Canale di Pescara, una delle principali emergenze che l’amministrazione guidata dal sindaco Carlo Masci si era impegnata ad affrontare e a risolvere.
<Il Provveditorato alle OO.PP. – ha dichiarato Masci – nei giorni scorsi ha iniziato lo svuotamento della vasca di colmata che porterà all’eliminazione di quella collina di fanghi, all’ingresso del Porto, che dal 2014 mortifica la skyline di Pescara. Per raggiungere l’obiettivo, che in una Nazione normale doveva avvenire in tempi brevissimi, abbiamo dovuto alzare la voce, confrontarci duramente con i vertici di quell’Ente e attendere quasi 7 anni, ma tutto è bene quel che finisce bene. Questo è un evento per noi e per tutti i pescaresi>!

La storia della vasca di colmata è passata attraverso anni di ritardi, omissioni ed errori amministrativi. I materiali depositati in quel sito, circa duecentomila metri cubi,  sono il frutto indesiderato delle operazioni di dragaggio eseguite nel tempo; avrebbero dovuto essere portati altrove dalla società che aveva effettuato i lavori, ma a partire dal 2015 la stessa impresa dichiarò di avere problemi nel reperire un sito idoneo allo stoccaggio e, con la prassi delle proroghe, è sempre intervenuta una dilazione dell’intervento. Fino a quando, addirittura, e arriviamo al 2016, l’impresa è fallita. Quella collina da quel momento è stata la “cartolina” di una “ferita” difficile da sopportare, avrebbe infatti dovuto essere il Provveditorato delle Opere Pubbliche ad occuparsi di rimuoverla. Soltanto nel 2019 è stato però superato l’ostacolo più difficile, rappresentato dalla caratterizzazione di quei fanghi, passaggio fondamentale per dare seguito ai lavori. Come se non bastasse, ancora lo stesso Provveditorato avrebbe dovuto eseguire lo svuotamento della vasca entro il 31 dicembre del 2019, ma fu costretto ad annullare la gara per alcuni vizi tecnico-amministrativi. Una situazione che ha ulteriormente bloccato il porto di Pescara, che da anni soffre una crisi profonda delle attività economiche, messe in ginocchio dal problema dell’insabbiamento che non può essere affrontato proprio a causa delle situazione della vasca di colmata.

<Sono convinto che questo intervento da un milione di euro ci rilanci – ha continuato Masci – anche in vista delle infrastrutture che realizzeremo a servizio del Nuovo Porto. Pescara cambierà volto!>. Il completamento dell’attività sulla vasca di colmata, una volta separate le sabbie idonee al ripascimento sommerso da quelle da trasferire in discarica, è previsto in un lasso di tempo compreso tra i 60 e i 90 giorni. Si tratta – come si scriveva – di un appalto di fondamentale importanza anche per dar seguito alle opere infrastrutturali del primo stralcio relative allo scalo marittimo pescarese, previste nel complessivo progetto complessivo da 60 milioni di euro. Opere che di fatto renderanno il bacino in grado di rilanciare le attività della pesca, mercantili e turistiche. 

L'articolo Pescara, iniziati i lavori di svuotamento della vasca di colmata proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Anche a Pineto screening test per il mondo della scuola http://www.tgabruzzo24.com/cronaca/anche-a-pineto-screening-test-per-il-mondo-della-scuola/ Tue, 19 Jan 2021 13:28:03 +0000 http://www.tgabruzzo24.com/?p=20229 Saranno coinvolti gli studenti e il personale docente e non docente. I test saranno effettuati...

L'articolo Anche a Pineto screening test per il mondo della scuola proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Saranno coinvolti gli studenti e il personale docente e non docente. I test saranno effettuati gratuitamente

 

PINETO  Anche nel Comune di Pineto è in programma lo screening test, che è stato autorizzato dalla Asl e dalla Protezione Civile, dedicato a tutta la popolazione scolastica, che si terrà nelle giornate di mercoledì 20 e giovedì 21 gennaio 2021. Saranno coinvolti gli studenti e il personale docente e non docente. I test saranno effettuati gratuitamente nel piano terra del palazzo polifunzionale di Largo Fava dalle 15 alle 19 nella giornata di mercoledì e dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 nella giornata di giovedì. Tutti gli interessati sono pregati di recarsi nella sede dei test muniti di tessera sanitaria, documento di riconoscimento e modulo di richiesta (scaricabile dal sito del Comune di Pineto al seguente link https://www.comune.pineto.te.it/archivio10_notizie-e-comunicati_0_2558.html) preferibilmente pre-compilato. Come accaduto per gli screening effettuati a tutta la popolazione prima delle festività natalizie, il test non è rivolto a quanti abbiano sintomi che indichino una infezione da Covid-19, quanti siano in malattia per qualunque motivo, chiunque sia stato testato di recente e sia in attesa di risposta, chiunque sia attualmente in quarantena o isolamento, chi abbia già programmato la data per un tampone e non è rivolto neppure ai bambini al di sotto dei 6 anni. I ragazzi dovranno essere accompagnati da un genitore o da un adulto responsabile.

 

Un ringraziamento – dichiara il Sindaco di Pineto, Robert Verrocchiova a tutti coloro che hanno reso possibile l’effettuazione di questi test anche nel nostro territorio, dalla Asl ai medici, alla Protezione civile, tutti i volontari e al personale coinvolto. L’auspicio è che ci sia una grande partecipazione con la consapevolezza che individuare gli asintomatici sia una delle strade per fermare il contagio. Quanto ai vaccini dopo la prima fase dedicata al personale sanitario, a breve si procederà con gli over 80enni e le persone fragili. La Regione Abruzzo ha attivato una piattaforma, operativa da ieri – 18 gennaio fino al 31 gennaio – nella quale è possibile palesare la propria volontà a farsi vaccinare contro il Covid-19 per l’organizzazione della fase successiva della campagna vaccinale. Potranno registrarsi al sistema le persone con disabilità o fragilità, gli ultra 80enni e tutti coloro appartenenti alle categorie indicate tra quelle destinatarie della vaccinazione. E’ evidente che gli strumenti per lottare contro questo virus ora ci sono e quindi la luce inizia a intravedersi, ma occorre ancora prudenza, attenzione e comportamenti responsabili. E’ importante continuare a usare la mascherina, ad avere una accurata igiene delle mani e di mantenere il distanziamento interpersonale”.

 

A Pineto è disponibile il servizio comunale del C.O.C. dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 13 e il martedì e il giovedì anche dalle 15,30 alle 17,30 attraverso il numero 085.9497302 oppure via mail all’indirizzo coc@comune.pineto.te.it.

L'articolo Anche a Pineto screening test per il mondo della scuola proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
L’ex Fea diventa distretto museale. Pescara sempre più polo culturale http://www.tgabruzzo24.com/news/lex-fea-diventa-distretto-museale-pescara-sempre-piu-polo-culturale/ Tue, 19 Jan 2021 10:22:53 +0000 http://www.tgabruzzo24.com/?p=20224 Nascita di un complesso museale lì dove un tempo vi era la stazione ferroviaria; una...

L'articolo L’ex Fea diventa distretto museale. Pescara sempre più polo culturale proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Nascita di un complesso museale lì dove un tempo vi era la stazione ferroviaria; una struttura da troppo tempo abbandonata a se stessa

 

 

PESCARA “E’ un altro passaggio importante per una città che si candida a essere un polo culturale e non solo realtà vocata al turismo e ai servizi. La posizione privilegiata dell’ex Fea, sul lungomare nord di Pescara, fa sì che l’area sia destinata ad essere meta preziosa e privilegiata per gli amanti dell’arte e del bello a due passi da mare, che è l’elemento naturale in cui la nostra comunità si riconosce”. Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, preannuncia con queste parole la nascita di un complesso museale lì dove un tempo vi era la stazione ferroviaria; una struttura da troppo tempo abbandonata a se stessa tanto da essere luogo di ritrovo di senza-tetto e sbandati.

Questa mattina l’area, che è di proprietà della Regione, è stata consegnata alla Società Italiana Immobili del Gruppo Gravina  che dovrà realizzarvi un complesso che non prevede, però, l’abbattimento dell’edificio esistente ma il recupero dello stesso al nuovo utilizzo. L’immobile oggi fatiscente, una volta risanato e ristrutturato, ospiterà sul lato fronte-mare un incubatore per associazioni e progetti culturali; la quota retrostante degli spazi sarà invece destinata al ruolo di distretto museale per esposizioni ed eventi. Lì dove oggi insiste il parcheggio, invece, troverà spazio un giardino artistico che nei desiderata dovrebbe divenire un’oasi di particolare bellezza estetica. Pescara vedrà quindi in tempi brevi la nascita di un museo di arte moderna che sarà luogo di attrazione turistica e culturale della città.

“Il rilascio della concessione edilizia – ha precisato il sindaco Masci – è al vaglio dei nostri uffici tecnici e tutto fa presagire, una volta verificato che le opere siano in linea con le previsioni urbanistiche dell’area, possano essere assegnati i permessi a costruire”.

 Il parcheggio da ottanta posti, tra stalli auto e moto, attualmente gestito da Pescara Multiservice, non sarà più attivo dai primi giorni di febbraio: “Abbiamo raggiunto un accordo con l’impresa che ci consentirà, fino a fine mese, la disponibilità di una parte dell’area, per mantenere il nostro impegno con gli abbonati e con la città – chiarisce l’assessore alla Mobilità e ai Lavori Pubblici, Luigi Albore Mascia – Un’ampia porzione sarà recintata, per consentire l’avvio di alcune operazioni prodromiche al cantiere vero e proprio. Dal 1 febbraio il parcheggio sarà totalmente dismesso. Si tratta comunque di un’opera di riqualificazione importante che regalerà a Pescara una struttura culturale di altissimo livello”.

La disponibilità di posti verrà gradualmente diminuita nel corso del tempo. L’abbonamento per l’ex Fea consente l’accesso anche alle aree di risulta. La società Pescara Multiservice provvederà a informare gli utenti delle nuove opportunità con apposite segnalazioni.

L'articolo L’ex Fea diventa distretto museale. Pescara sempre più polo culturale proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Febbo: L’ospedale di Chieti torna a essere un cantiere. Si torna ad investire http://www.tgabruzzo24.com/politica/febbo-lospedale-di-chieti-torna-a-essere-un-cantiere-si-torna-ad-investire/ Tue, 19 Jan 2021 10:18:10 +0000 http://www.tgabruzzo24.com/?p=20221 Mauro Febbo in visita al SS. Annunziata: Finalmente si torna ad investire   CHIETI “L’ospedale...

L'articolo Febbo: L’ospedale di Chieti torna a essere un cantiere. Si torna ad investire proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Mauro Febbo in visita al SS. Annunziata: Finalmente si torna ad investire

 

CHIETI “L’ospedale di Chieti torna a essere un cantiere. Con una prospettiva di crescita che è davvero un buon inizio per il nuovo anno”. Questo il primo commento del Consigliere Regionale Mauro Febbo durante la visita al “SS. Annunziata” compiuta in presenza del Direttore generale della Asl Thomas Schael. “Ho chiesto di andare a vedere di persona la situazione di un ospedale nel quale si era persa memoria di investimenti – spiega Febbo – e dove invece ho trovato grande fermento e segni evidenti di una progettualità che porterà valore aggiunto all’assistenza offerta, attraverso nuove tecnologie, già acquistate, e lavori di adeguamento e ampliamento. Sono stati già spesi più di 5 milioni di euro per nuovi letti (erano vecchi di almeno trent’anni), Tac, attrezzature radiologiche, ventilatori e pompe infusionali ma il grande salto sarà fatto con l’acquisto del nuovo acceleratore lineare, che entro l’anno sostituirà quello più datato. Si sta già lavorando per la gara, congiuntamente con la Asl dell’Aquila, mentre è in arrivo, in questi giorni, il sistema laser per la centratura dei pazienti da avviare ai trattamenti di radioterapia: gli uffici della Asl hanno accelerato le procedure e chiesto alla ditta fornitrice di procedere alla consegna con la massima urgenza”. “Sul fronte degli adeguamenti strutturali – spiega ancora il Capogruppo di FI – sono in corso diversi interventi: la riorganizzazione del Pronto Soccorso, con la differenziazione dei percorsi, l’ampliamento dei posti letto di Rianimazione e dell’area sub intensiva, il potenziamento delle Malattie Infettive, per un investimento complessivo di 4 milioni di euro. Un importo di pari valore, invece, è a disposizione della Asl per chiudere una volta per tutte la vicenda dei corpi da fabbrica da abbattere perché a rischio di staticità, prevedendo soluzioni alternative per recuperare gli spazi persi. In realtà, questo resta il punto di maggiore criticità dell’ospedale di Chieti: la concentrazione e il trasferimento delle attività conseguenti allo svuotamento dei Corpi C e F hanno causato disagi a operatori e pazienti, costretti a subire un danno che ha origini lontane e non ammette, per questo, polemiche strumentali. Gli spazi, che sono quelli che sono, e le scelte di riorganizzazione rese necessarie dall’emergenza Covid-19 non possono essere, in una fase così drammatica per la sanità, argomento per la retorica politica a caccia di consensi. Sull’ospedale di Chieti, in particolare, non si ha memoria di investimenti nella storia recente. Sfido il precedente governo regionale a fare l’elenco dei soldi messi a disposizione di questo presidio e degli interventi realizzati, a ricordare quale grande progetto di crescita abbia caratterizzato il SS. Annunziata in tempi liberi da pandemia, in cui sarebbe stato anche facile pensare in grande e sviluppare nuovi servizi. Nulla di tutto questo è stato realizzato quando c’erano le condizioni più favorevoli per investire sulla progettualità, ma evidentemente non c’erano né la volontà né le capacità”. “Oggi, nonostante la pandemia, la sanità si sta riorganizzando ed esprime la capacità di cogliere in una situazione di crisi una grande opportunità. L’unico momento in cui il precedente governo regionale aveva posto l’attenzione sulla realtà sanitaria teatina – conclude Febbo – era stato con il project financing per il nuovo ospedale, che ha ricevuto per ultimo lo stop dal Consiglio regionale in quanto è stata ribadita la mancanza di capacità economico – finanziaria. Inoltre, siamo in attesa del pronunciamento del Tar, in programma il prossimo 27 gennaio, e auspichiamo che sia messa finalmente la parola fine all’inutile e carente progetto faraonico di D’Alfonso e Paolucci, senza danni economici a carico  della sanità teatina e dei cittadini. A quel punto, si potrà finalmente ragionare su altri interventi da mettere in campo per il ‘Clinicizzato’ di Chieti a cominciare dalla realizzazione di un nuovo parcheggio che faccia cessare la vergogna, fatta di caos e soste indegne, alla quale assistiamo  quotidianamente”.

L'articolo Febbo: L’ospedale di Chieti torna a essere un cantiere. Si torna ad investire proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Rigopiano 4 anni dopo: Marsilio, vicinanza alle famiglie delle vittime e ai sopravvissuti http://www.tgabruzzo24.com/cronaca/rigopiano-4-anni-dopo-marsilio-vicinanza-alle-famiglie-delle-vittime-e-ai-sopravvissuti/ Mon, 18 Jan 2021 15:24:00 +0000 http://www.tgabruzzo24.com/?p=20226 29 vittime, tra dipendenti e ospiti del residence, che hanno perso la vita    ...

L'articolo Rigopiano 4 anni dopo: Marsilio, vicinanza alle famiglie delle vittime e ai sopravvissuti proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
29 vittime, tra dipendenti e ospiti del residence, che hanno perso la vita

 

 

RIGOPIANO «Oggi non è il giorno per sollevare le polemiche. Oggi ricordiamo le vittime e testimoniamo la vicinanza delle istituzioni alle loro famiglie e ai sopravvissuti”. Così il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, intervenendo questo pomeriggio a Rigopiano (Farindola) alla cerimonia, svolta in forma privata, per la commemorazione delle 29 vittime della tragedia del 18 gennaio 2017. Presenti anche l’assessore all’ambiente Nicola Campitelli, il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri e il direttore regionale della Protezione Civile Mauro Casinghini. «Speriamo che una tragedia del genere non accada mai più e stiamo lavorando in tale senso. In particolare, nelle prossime settimane – rivela Marsilio – concluderemo finalmente il lunghissimo iter della carta valanghe che è uno dei presupposti per evitare che sul territorio possano accadere disgrazie in maniera improvvisa e imprevedibile. Speriamo che dal prossimo anno si possa commemorare, come accaduto negli anni passati, anche con la partecipazione dei tanti amici e delle tante persone. E’ una tragedia che – ha concluso Marsilio – non ha colpito solo i diretti interessati e le loro famiglie, ma un’intera comunità, quella abruzzese».

L'articolo Rigopiano 4 anni dopo: Marsilio, vicinanza alle famiglie delle vittime e ai sopravvissuti proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Covid, Marcozzi “sistema prenotazione vaccini subito in tilt” http://www.tgabruzzo24.com/politica/covid-marcozzi-sistema-prenotazione-vaccini-subito-in-tilt/ Mon, 18 Jan 2021 13:05:03 +0000 http://www.tgabruzzo24.com/?p=20219 Sara Marcozzi: “Grave disservizio per gli abruzzesi per la disorganizzazione della giunta di centrodestra”  ...

L'articolo Covid, Marcozzi “sistema prenotazione vaccini subito in tilt” proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Sara Marcozzi: “Grave disservizio per gli abruzzesi per la disorganizzazione della giunta di centrodestra”

 

PESCARA “Parte male la campagna di vaccinazione anti-Covid in Abruzzo per le persone con più di 80 anni, i portatori di disabilità e le persone fragili. Ci sono arrivate diverse segnalazioni da parte dei cittadini per denunciare il fatto che la piattaforma telematica della Regione per la manifestazione di interesse al vaccino sia andata in tilt fin dalle prime ore del mattino, e che non sarebbe stato possibile rintracciare nemmeno i numeri telefonici d’assistenza. Si tratta dell’ennesimo caso di pessima organizzazione della Giunta, e stavolta a pagarne le conseguenze sono le persone più vulnerabili, che a partire da oggi avrebbero dovuto avere la possibilità di prenotare il vaccino anti-Covid. Ma quando di mezzo c’è la macchina burocratica di Regione Abruzzo a trazione Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, usare il condizionale è sempre d’obbligo, e ancora una volta è emersa una enorme falla nel sistema che causa disagi e ritardi”.

Lo afferma il Capogruppo M5S in Regione Abruzzo Sara Marcozzi, che prosegue: “Evidentemente questi mesi di tempo per farsi trovare pronti al momento decisivo, quello della vaccinazione di massa, non sono serviti alla Giunta regionale, che inizia facendo subito registrare un grave disservizio per gli abruzzesi. Così come non è servita l’esperienza accumulata dopo un anno di contrasto alla pandemia attraverso i servizi online: è ormai arcinoto che possano nascere problemi in caso di un eccessivo numero di utenti sul sito, e sarebbe bastato leggere i dati Istat, che certificano la presenza di circa 104mila ultraottantenni in Regione Abruzzo, per aspettarsi un affollamento di contatti alla piattaforma nella mattinata di oggi, ma niente è stato fatto per intervenire prima che si creassero disagi. Ed è ancora più grave che non funzioni nemmeno il servizio di assistenza telefonica. A quanto pare, le parole dei medici di famiglia riportate a mezzo stampa, con cui sono stati denunciati ritardi nella programmazione e organizzazione sui vaccini anti Covid nel territorio abruzzese, sono rimaste inascoltate”.

“Ancora una volta la foga di fare propaganda sembra aver giocato un pessimo scherzo alla Giunta. Ieri si affrettavano a dire che l’Abruzzo era la prima Regione italiana a estendere ai disabili e alle categorie fragili la possibilità di manifestare la volontà a essere vaccinati, e oggi ottengono solo un’altra pessima figura. Il centrodestra farebbe bene a pensare a risolvere i problemi che loro stessi fanno nascere sul nostro territorio invece di continuare a perdere tempo a scaricare sul Governo nazionale responsabilità proprie. Il vaccino anti-Covid è lo strumento per tornare il prima possibile alla normalità, e tutto il sistema deve funzionare alla perfezione fin da subito. È inaccettabile che si cominci col piede sbagliato”, conclude.

L'articolo Covid, Marcozzi “sistema prenotazione vaccini subito in tilt” proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Atri, successo per la prima fase della Coppa Italia di Torball http://www.tgabruzzo24.com/sport/atri-successo-per-la-prima-fase-della-coppa-italia-di-torball/ Mon, 18 Jan 2021 11:11:07 +0000 http://www.tgabruzzo24.com/?p=20216    Bergamo ottiene il primo posto, abruzzesi qualificati     ATRI Il 16 e 17...

L'articolo Atri, successo per la prima fase della Coppa Italia di Torball proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
 

 Bergamo ottiene il primo posto, abruzzesi qualificati

 

 

ATRI Il 16 e 17 gennaio 2021 si è tenuta ad Atri la prima fase della Coppa Italia di Torball, con le gare del Girone A andate di scena nel Palasport Di Nardo Di Maio e Pasquali del Centro Turistico Integrato. Un torneo di rilevanza nazionale, che segna la ripartenza delle attività agonistica della FISPIC (Federazione Italiana Sport per Ipovedenti e Ciechi) dopo quasi un anno di sospensione causa pandemia da Covid-19. L’organizzazione e la logistica dell’evento, patrocinato anche dal Comune di Atri, è stata a cura dell’Associazione Abruzzo Ontario del presidente Antonio Di Musciano, che da tanti anni con Atri Cup dà grande spazio al Torball e alle discipline paralimpiche. Una scelta sulla fiducia da parte della società ASD Teramo NV, club ospitante designato dalla FISPIC, rappresentata dal presidente del comitato abruzzese Sandro Di Girolamo.

La classifica al termine delle due giornate di incontri ha visto Bergamo al primo posto, davanti a Bolzano, Teramo e Napoli. Le compagini di Ascoli e Avellino purtroppo non hanno potuto partecipare perché alcuni atleti sono risultati positivi al Covid-19. Gli abruzzesi hanno ottenuto la qualificazione grazie al successo per 3-1 nell’ultima gara in programma contro Napoli. Le squadre piazzate ai primi tre posti sono infatti ammesse alla fase finale per l’assegnazione della Coppa Italia, in programma il 15 e 16 maggio prossimi in sede da definire, insieme alle prime tre del Girone B disputato ad Enna.

L’organizzazione ringrazia il sostegno istituzionale con il patrocinio del Comune di Atri, che ha messo a disposizione l’impianto sportivo in sicurezza, e la partnership della Regione Abruzzo per tramite dell’assessore allo Sport Guido Liris, da anni vicina ad Atri Cup. Un fine settimana di ripartenza per la città ducale con oltre 50 ospiti, seppur senza il pubblico ad assistere alle partite e senza possibilità di visitare i musei e le bellezze locali. Ora appuntamento al 30 e 31 gennaio 2021 quando si terrà ad Atri, con la medesima organizzazione, una delle due tappe nazionali dell’Open Day del campionato nazionale di Serie A di Torball. Un’altra due giorni con sei squadre provenienti da tutta Italia.

“Siamo felicissimi e orgogliosi di aver ospitato nella nostra città – commenta l’Assessore allo Sport del Comune di Atri, Pierfrancesco Macera – questo importante appuntamento sportivo. È stato il primo del Torball dopo quasi un anno di sospensione dell’attività agonistica a causa della pandemia da Covid-19. Siamo anche felici per il risultato sul campo ottenuto dal Teramo che si è qualificato terzo in classifica, dopo Bergamo e Bolzano, seguito dal Napoli. L’ultima gara proprio, Teramo-Napoli, finita 3-1 per gli abruzzesi, ha regalato la qualificazione ai biancorossi. Le prime tre squadre classificate sono ammesse alla finale per l’assegnazione della coppa Italia del 15 e 16 maggio prossimi in sede da definire, insieme alle prime tre dell’analogo concentramento di Enna. Il 30 e 31 gennaio intanto torneremo a ospitare ad Atri questo sport con una delle due tappe dell’open day del Campionato nazionale di serie A. Ringrazio tutti gli organizzatori, in particolare l’Associazione Abruzzo Ontario per il prezioso lavoro e quanti hanno reso possibile l’organizzazione di questo appuntamento nella nostra città”.

L'articolo Atri, successo per la prima fase della Coppa Italia di Torball proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Pepe: scaduto il Piano Regionale di controllo del cinghiale. Dalla giunta nessuna notizia http://www.tgabruzzo24.com/politica/pepe-scaduto-il-piano-regionale-di-controllo-del-cinghiale-dalla-giunta-nessuna-notizia/ Mon, 18 Jan 2021 09:15:10 +0000 http://www.tgabruzzo24.com/?p=20214 Pepe: “il 31 dicembre è scaduto il Piano Regionale di controllo del cinghiale, la Giunta...

L'articolo Pepe: scaduto il Piano Regionale di controllo del cinghiale. Dalla giunta nessuna notizia proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Pepe: “il 31 dicembre è scaduto il Piano Regionale di controllo del cinghiale, la Giunta Marsilio distante dai problemi di agricoltori, automobilisti e cittadini”

 

TORANO “Lo scorso 31 dicembre è scaduto il Piano Regionale di controllo del cinghiale e dalla Giunta Marsilio ancora non ci sono notizie su cosa vogliono fare, se intendano prorogarlo o presentarne uno nuovo – sottolinea l’ex Assessore Regionale, Dino Pepe – intanto però è tutto fermo, le varie polizie provinciali ricevono quotidianamente segnalazioni di scorribande di cinghiali che distruggono i campi ed i raccolti, che in alcuni casi sconfinano anche in prossimità dei centri abitati, con il serio rischio di provocare gravi incidenti stradali, ma in assenza di un quadro normativo aggiornato non possono intervenire. Discorso identico per le guardie venatorie che non possono svolgere i cosiddetti abbattimenti selettivi che, negli ultimi anni, hanno permesso di contenere il crescente aumento di questi animali, e di conseguenza, i loro danni sul territorio”.

L’ultimo Piano Regionale di controllo del cinghiale fu approvato dalla passata Giunta il 9 febbraio 2017 per consentire l’abbattimento della specie per l’intero anno, anche negli Istituti di tutela e nei periodi di caccia chiusa e, visti gli ottimi risultati raggiunti, dal 2018 il piano da annuale diventò triennale, fino appunto a fine 2020. “Si è trattato di uno strumento importante per la nostra regione che venne concertato con tutte le parti in causa e concepito espressamente per il controllo delle popolazioni di cinghiale ed il contenimento degli impatti che la specie provoca all’agroecosistema – sottolinea Dino Pepe – non è quindi possibile rimanere troppo a lungo nell’attuale limbo, si rischia infatti di vanificare quanto di buono fatto nel contenimento della specie e di provocare incalcolabili danni ai coltivatori ed agli allevatori abruzzesi, senza dimenticare i pericoli per le popolazioni che vivono nei comuni montani che sempre più spesso si ritrovano questi animali selvatici fuori dalle proprie abitazioni, tanto che sono arrivati anche sulla costa e nei centri abitati della pianura”.

Chiedo quindi all’Assessore Imprudente ed al Governatore Marsilio di affrontare con urgenza il tema del Piano Regionale di controllo del cinghiale – conclude il Vice-Capogruppo Regionale del Partito Democratico – in ballo c’è il futuro di un eco-sistema fragile e complesso, oltre agli interessi di tanti operatori economici che chiedono risposte. Personalmente, vista l’esperienza maturata in questo settore e nella stesura del precedente regolamento, sono a disposizione per offrire il mio contributo. Oppure, considerato che la nuova Giunta non ha messo in campo nessuna nuova politica per il contrasto ai cinghiali, viene da pensare che li considerano, dalla loro elezione, animali evoluti, educati e rispettosi! Marsilio come San Francesco…con buona pace di tutti! Tutto è possibile!”.

L'articolo Pepe: scaduto il Piano Regionale di controllo del cinghiale. Dalla giunta nessuna notizia proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>
Corropoli 3.0 “Comune escluso dai finanziamenti per pianificazione urbanistica” http://www.tgabruzzo24.com/politica/corropoli-3-0-comune-escluso-dai-finanziamenti-per-pianificazione-urbanistica/ Thu, 14 Jan 2021 17:21:49 +0000 http://www.tgabruzzo24.com/?p=20212 Corropoli 3.0: “il comune di Corropoli escluso dai finanziamenti regionali per la pianificazione urbanistica” CORROPOLI...

L'articolo Corropoli 3.0 “Comune escluso dai finanziamenti per pianificazione urbanistica” proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>

Corropoli 3.0: “il comune di Corropoli escluso dai finanziamenti regionali per la pianificazione urbanistica”

CORROPOLI “Corropoli Cresce” un paio di giorni fa  ha tappezzato  il territorio comunale di manifesti in cui rivendica con orgoglio le proprie capacità amministrative di attingere a finanziamenti a fondo perduto, regionali e nazionali, che non gravano sui cittadini. Annunci eclatanti che come sempre si basano sulla strategia dell’esaltazione del nulla.” è il duro attacco di Corropoli 3puntozero.
“Oggi si viene a sapere che, purtroppo, il comune di Corropoli è stato escluso dal contributo regionale per la Pianificazione urbanistica. La sua richiesta di € 15.000,00 per la variante generale al Piano Regolatore Esecutivo, è stata esclusa dalla graduatoria perché “l’impegno alla conclusione del procedimento non è stato assunto con delibera”. Praticamente avranno dimenticato che i provvedimenti oltre a dirli a parole hanno bisogno di atti e fatti. Tutto ulteriormente increscioso se si pensa alla presenza di un ex Sindaco in Regione, oggi Sottosegretario che non avrebbero dovuto, ovviamente, favorire Corropoli, ma almeno accertarsi della correttezza e della fattibilità  della domanda presentata e magari accompagnare mano nella mano gli attuali amministratori nella normale routine amministrativa.
Su 128 domanda presentate 10, tra cui quella di Corropoli, sono state ritenute non ammissibili e quei € 15˙000, che comunque l’Amministrazione deve pagare per le parcelle dei tecnici incaricati nel lontano 2014 per la variante al PRE di cui non si ha ancora traccia, graveranno proprio sui suoi cittadini.

Corropoli 3puntozero ritiene che il famoso “modello Corropoli” abbia esaurito da troppo tempo, ormai, la sua spinta propulsiva, che non sia più in grado di garantire un dignitoso futuro ai suoi cittadini. Non solo diventa ogni giorno sempre più evidente le difficoltà nella gestione dell’ordinaria amministrazione e nel dare risposte ai concreti bisogni dei cittadini, ma viene a cadere nel suo maggior motivo d’orgoglio: la capacità di attingere a finanziamenti pubblici.

L'articolo Corropoli 3.0 “Comune escluso dai finanziamenti per pianificazione urbanistica” proviene da TG ABRUZZO24 .

]]>