Home ECONOMIA Sisma, Rendicontati oltre 32 milioni di interventi sulle strade provinciali teramane

Sisma, Rendicontati oltre 32 milioni di interventi sulle strade provinciali teramane

Sisma, Rendicontati oltre 32 milioni di interventi sulle strade provinciali teramane
0
0

Affidati i lavori per la provinciale 37 a Castelli, consegnati quelli per le provinciali 34 e 63 a Isola del Gran Sasso. Da oggi iniziati i sondaggi per i lavori sulla Arsita – Bisenti

Ad oggi rendicontati 32 milioni di opere

TERAMO Aggiudicata la gara per i lavori di ripristino e messa in sicurezza della provinciale 37 nel territorio di Castelli, in località Streppino. L’intervento, che prevede anche la stabilizzazione del versante,  sarà realizzato dalla ditta F.lli Persia per un importo di 579 mila euro.

Sono già iniziati, invece, i lavori sulla ex provinciale 39 e sulla provinciale 63: tutte e due attraversano il territorio di Isola del Gran Sasso. Le ditte aggiudicatarie sono la “Partiti Franco” e la ICC di Porcinari: per la ex provinciale 39 l’importo complessivo di spesa è di circa 700 mila euro mentre per la 63 si spenderanno oltre 600 mila euro.

Ammontano a oltre 3 milioni di euro i lavori per la messa in sicurezza della provinciale 34: in questo caso siamo nella prima fase, quella delle indagini che serviranno a definire la modalità di intervento. Da oggi sono iniziati i sondaggi, ci sono le progettazioni in corso e dopo la validazione dell’intervento da parte della Protezione civile si potrà procedere con la gara.

Si tratta di opere da realizzare ricomprese nel primo stralcio Anas attivato – previo accordo con le strutture regionale e di protezione civile – dopo gli eventi sismici.

Complessivamente la Provincia ha già rendicontato l’avvio di oltre 32 milioni di lavori per il 2017 fra lo sgombero neve e il taglio alberi, i lavori effettuati con la formula della somma urgenza per il ripristino dei luoghi; i lavori di miglioramento sismico sui ponti e gli interventi, sempre collegati al sisma, del Piano Anas (vedi allegato per la localizzazione delle opere e lo stato degli interventi del Piano Anas e l’elenco delle opere somme urgenze).

“Bisogna riconoscere che l’ente ha lavorato bene non solo sul piano tecnico ma anche su quello amministrativo facendo partire i cantieri in tempi veramente brevi – sottolinea Mauro Scarpantonio, consigliere delegato alla viabilità – con la stessa solerzia stiamo seguendo l procedure per la rendicontazione perché, ovviamente, è fondamentale pagare le imprese per i lavori svolti. Bene le anticipazioni bancarie grazie alle convenzioni stipulate con gli istituti di credito,  aspettiamo il trasferimento della prima tranche di fondi della Protezione Civile che dovrebbe arrivare entro questo mese”.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *