Home ECONOMIA Regione, Imprudente “Fondi aggiuntivi per l’Abruzzo”
Regione, Imprudente “Fondi aggiuntivi per l’Abruzzo”

Regione, Imprudente “Fondi aggiuntivi per l’Abruzzo”

0
0

10 milioni di euro in favore dell’Abruzzo per la messa in sicurezza di strade nei piccoli Comuni sotto i 2000 abitanti

L’AQUILA Il vice Presidente della giunta regionale, Emanuele Imprudente, ha partecipato oggi, a Roma, a Palazzo Chigi, ad una riunione operativa della cabina di regia convocata dal ministero per il Sud. Un incontro con i rappresentanti delle Regioni per una strategia condivisa, presieduto dal ministro per il Sud , Barbara Lezzi. All’ordine del giorno, tra l’altro, l’integrazione della dotazione finanziaria a sostegno dei contratti di filiera e di distretto, gli interventi contro il dissesto, la messa in sicurezza di strade e interventi nel settore idrico. Nel corso della riunione si è decisa l’assegnazione di 10 milioni di euro in favore dell’Abruzzo per la messa in sicurezza di strade nei piccoli Comuni sotto i 2000 abitanti, a valere sulle risorse del Fondo sviluppo e coesione di cui alla Legge di bilancio 2019. Si tratta di un’assegnazione finanziaria per un piano straordinario relativo a strade secondarie a gestione comunale. Per i contratti di filiera e di distretto l’integrazione della dotazione finanziaria è stata di 100 milioni di euro per le regioni del Sud, a valere sulle risorse del FSC 2014-2020, in considerazione della forte richiesta da parte delle imprese agricole e agroalimentari. Pertanto le risorse passerebbero da 110 milioni di euro a 210 milioni di euro. Infine è stato proposto ed accolto un incremento di somme per il piano operativo ‘Sport e periferie’. La nuova articolazione prevede uno stanziamento per il 2019 pari a 45milioni di euro già a partire dal 2019 rispetto alla precedente programmazione pluriennale che ne prevedeva solo 10 fino al 2024. “Si tratta di interventi mirati – ha commentato il vice presidente Imprudente – che pongono in primo piano l’attenzione ai piccoli comuni abruzzesi, alle loro emergenze, in primis il dissesto idrogeologico e la difficoltà nei collegamenti e al sostegno alle imprese nel campo agroalimentare. Problematiche che questa Amministrazione vuole affrontare come priorità in questo avvio di nuova legislatura”.