Home ECONOMIA Istituto Itas in arrivo 220 mila euro per ripristino agibilità
Istituto Itas in arrivo 220 mila euro per ripristino agibilità

Istituto Itas in arrivo 220 mila euro per ripristino agibilità

0
0

L’intervento prevede il recupero parziale del complesso scolastico Istituto Agrario di Alanno,strutture danneggiate e rese inagibili (o parzialmente agibili) dal terremoto del 2016

PESCARA La dirigente del Settore Interventi in materia di Edilizia Scolastica del MIUR, dott.ssa Paola Iandolo, ha inviato una nota al Presidente della Provincia di Pescara per comunicare l’avvenuta concessione delle risorse per il finanziamento dei lavori di ripristino delle condizioni di agibilità dell’Istituto professionale di Alanno, per un importo di 222.000,00 euro. Il finanziamento è stato reso possibile in seguito alla richiesta avanzata dal Presidente, il giorno 29 dicembre, al direttore della U.S.R della regione Abruzzo, Marcello D’Alberto, tenuto conto delle disponibilità di somme da impiegare per i lavori finalizzati al ripristino di agibilità degli istituti scolastici.

L’intervento prevede il recupero parziale del complesso scolastico Istituto Agrario di Alanno, e precisamente il consolidamento della struttura della centrale termica e il recupero parziale della scalinata posta tra l’aula magna e il corpo di fabbrica nel quale sono collocate le aule. Strutture danneggiate e rese inagibili (o parzialmente agibili) dal terremoto del 2016, imponendo alla Provincia la parziale chiusura dell’area.

“Con questo finanziamento – dichiara Antonio Di Marco – ottenuti in tempi record grazie alla mediazione del Presidente della Regione, possiamo tirare un sospiro di sollievo perché andremo a risolvere un problema reale, quello dell’agibilità piena di un istituto frequentato da decine di studenti e di docenti.
Oggi stesso ho comunicato la bella notizia alla dirigente scolastica e al Sindaco di Alanno, Oscar Pezzi. Noi continuiamo a lavorare incessantemente per reperire tutte le risorse economiche possibili per arrivare a ripristinare le condizioni di sicurezza in ogni istituto superiore della Provincia di Pescara. Chiaramente il percorso è lungo, perché non esistono i finanziamenti a pioggia, ma solo quelli mirati e concessi in base a richieste documentate e presentate nei momenti giusti”.