Home CRONACA Vicenda Ball Beverage, Febbo “Sostegno ai lavoratori e apporto ai nuovi investitori”

Vicenda Ball Beverage, Febbo “Sostegno ai lavoratori e apporto ai nuovi investitori”

Vicenda Ball Beverage, Febbo “Sostegno ai lavoratori e apporto ai nuovi investitori”
0
0

L’assessore ha incontrato una delegazione di 30 lavoratori dei 70 che erano in carico all’azienda, che sono rimati senza lavoro e occupazione dopo la chiusura ufficiale dello stabilimento

PESCARA Pieno interessamento e tutto il supporto necessario” sono stati assicurati dall’assessore allo Sviluppo economico, Mauro Febbo, agli ex lavoratori della Ball Beverage incontrati questa mattina presso la sede dell’assessorato della Regione Abruzzo. L’assessore ha incontrato una delegazione di 30 lavoratori dei 70 che erano in carico all’azienda, che sono rimati senza lavoro e occupazione dopo la chiusura ufficiale dello stabilimento il giorno di Natale. Accompagnati dal sindaco di San Martino della Marrucina Luciano Giammarino, i lavoratori hanno chiesto all’assessore l’attenzione particolare della Regione in merito ad eventuali nuovi investimenti sul sito produttivo ex Ball. “Come Regione siamo pronti a dare il nostro apporto ai nuovi investitori ma solo se questi garantiscono i livelli occupazionali – ha detto ai lavoratori l’assessore Febbo. – Penso comunque che coloro che vorranno avviare un’attività sul sito industriale dell’ex Ball hanno tutto l’interesse ad avere al proprio fianco un’istituzione come la Regione, che avrà come punto di riferimento gli interessi dei lavoratori”. Allo stato attuale dei 70 lavoratori che erano occupati nel sito industriale, circa 40 hanno trovato altre soluzioni occupazionali con contratti a tempo determinato. Si tratta per lo più di personale altamente specializzato. Sono invece rimasti fuori dai meccanismi occupazionali 30 ex lavoratori che fruiscono degli ammortizzatori sociali e sui quali si è concentrata l’attenzione dell’assessore Febbo. I lavoratori hanno infine chiesto all’assessore di avviare contatti con i rappresentanti della Ball per organizzare una riunione in grado di verificare i contenuti dell’accordo sottoscritto a dicembre prima della chiusura ufficiale dello stabilimento. Anche su questo punto, Mauro Febbo ha garantito un suo diretto interessamento.