Home CRONACA Trasporto pubblico, ricostruito il cda della Tua spa
Trasporto pubblico, ricostruito il cda della Tua spa

Trasporto pubblico, ricostruito il cda della Tua spa

0
0

Un servizio pubblico trasportistico che rischiava di venire pesantemente ridimensionato sia a causa dei tagli che a causa della gestione in perdita ereditata.

PESCARA E’ stato ricostituito il Consiglio di amministrazione di TUA SpA, la società di trasporto pubblico regionale, che è tornato ad essere composto da cinque componenti. Ai riconfermati Tullio Tonelli Guido Dezio, rispettivamente presidente e vice presidente del Cda, ed alla consigliera Federica Evangelista, anch’ella confermata, si sono aggiunti, infatti, l’ingegnere Irini Pervolaraki, originaria dell’isola greca di Creta e con trascorsi in multinazionali del settore dell’automotive, e Carmine Paolini, esperto di diritto commerciale, comunitario e regionale.

Questa mattina, a Pescara, la conferenza stampa di presentazione del nuovo Cda, presieduta dall’assessore al Bilancio, Silvio Paolucci, e dal consigliere regionale delegato ai Trasporti, Maurizio Di Nicola. Di Nicola, nell’occasione, ha voluto ringraziare per l’attività svolta gli ex consiglieri Di Vito Romanelli che hanno fatto parte della precedente gestione in una fase cruciale culminata con la fusione di Arpa, Gtm e Sangritana ed i riconfermati Tonelli, Dezio ed Evangelista oltre ad esprimere la certezza che le new entry Pervolaraki e Paolini contribuiranno a rendere la governance di TUA ancora più solida ed in grado di rispondere al meglio alle sfide future che l’attendono. Di Nicola ha anche ricordato l’utile metto di esercizio conseguito da TUA che, per il 2017, si è attestato sui 50 mila euro lordi così come ha sottolineato che il compenso annuo complessivo dei consiglieri si aggira intorno di 55 mila euro facendo registare un sensibile risparmio sui costi di gestione sulla scorta della recete riforma Madia. Intanto, dopo che la seconda commissione del Consiglio regionale ha fatto propria la delibera di Giunta regionale sui servizi minimi essenziali in tema di trasporto pubblico locale, Di Nicola ha annunciato che, “nella prossima seduta, il Consiglio regionale dovrebbe trasformarla in provvedimento legislativo che si rivelerà determinate per la progrmmazione dei servizi pubblici essenziali nel tpl”.

Lo step successivo sarà l’adozione del nuovo piano strategico del trasporto che tenga sempre più conto delle esigenze dell’utenza. Paolucci, dal canto suo, ha ricordato il “grande lavoro svolto in ambito di programmazione del trasporto pubblico in questi quattro anni e mezzo di legislatura. Un impegno – ha proseguito l’assessore al Bilancio – che ha consentito di risollevare le sorti di un servizio pubblico trasportistico che rischiava di venire pesantemente ridimensionato sia a causa dei tagli che a causa della gestione in perdita che abbiamo ereditato. Invece, – ha concluso – dopo essere riusciti a fare la fusione tra le tre società, siamo stati anche di grado di rendere il servizio sostenibile ed adeguato alle sfide che lo attendono”.