Home CRONACA Taglio del nastro banda larga a Campli, Quaresimale chiede velocità al premier Gentiloni per le priorità del territorio

Taglio del nastro banda larga a Campli, Quaresimale chiede velocità al premier Gentiloni per le priorità del territorio

Taglio del nastro banda larga a Campli, Quaresimale chiede velocità al premier Gentiloni per le priorità del territorio
0
0

“La stessa sinergia istituzionale per accelerare le procedure e risolvere le tante criticità nelle aree del cratere sismico e nevoso”: ha ribadito il primo cittadino, che ha omaggiato il presidente del Consiglio con un bassorilievo raffigurante la Scala Santa

CAMPLI Il cantiere per la copertura del territorio con la fibra ottica come modello di sinergia istituzionale da attuare anche nella ricostruzione post-terremoto. E’ quanto ha chiesto nel suo intervento il sindaco di Campli, Pietro Quaresimale, al Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, intervenuto come da programma oggi per il taglio del nastro del cantiere per la realizzazione della fibra ottica a Fosso Manso, insieme al commissario per la Ricostruzione, Paola De Micheli, al sottosegretario con delega alle Telecomunicazioni, Antonello Giacomelli, al presidente della Regione, Luciano D’Alfonso, all’amministratore delegato di Open Fiber, Tommaso Pompei, e al presidente della società, Franco Bassanini.
Dopo il taglio del nastro, il premier ha seguito la presentazione dettagliata dei lavori, che interessano 36 frazioni con posa di fibra per circa 60 chilometri tracciati, e del progetto banda larga in Abruzzo. E’ seguito l’incontro istituzionale nella tensostruttura allestita dal Comune in piazza Vittorio Emanuele, davanti alla sede del municipio, dove il presidente del Consiglio ha ribadito che la sua presenza sta a rimarcare l’attenzione del Governo per i comuni del “cratere”. Dopo che il progetto è partito nei centri maggiori, i cosiddetti “cluster” A e B, il premier ha affermato che la scelta è ricaduta su Campli, primo tra i piccoli comuni italiani ricadente nell’area del cratere sismico e nevoso, nell’ambito delle “aree bianche” (cluster C e D), dove si procederà ai lavori di installazione della rete realizzata con i bandi Infratel Italia finora aggiudicati.
“Come annunciato ho sollecitato il premier – dichiara il sindaco di Campli, Pietro Quaresimale – a replicare l’ottima sinergia istituzionale sperimentata per l’avvio dei lavori della fibra ottica anche per affrontare con uguale decisione, rapidità ed efficienza e, soprattutto, senza guardare al colore politico i temi della ricostruzione post-terremoto, il risanamento e la sistemazione di un territorio ancora troppo fragile, il sostegno alle attività produttive,gli interventi per le frane, la messa in sicurezza delle scuole e degli edifici di valore storico e architettonico. Su questi temi il Presidente del Consiglio e il commissario De Micheli hanno assicurato la massima collaborazione”.
Al termine dell’incontro il sindaco di Campli ha consegnato al presidente del Consiglio un bassorilievo raffigurante la Scala Santa, un omaggio che Gentiloni ha accolto esprimendo grande apprezzamento per l’importante patrimonio storico e culturale del borgo farnese.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *