Mer. Set 18th, 2019

Montesilvano, rimozione amianto sul capannone tra via Martiri d’Ungheria, via Roma e via San Pietro

conclude il presidente Biagio Caponi-

Sono iniziate  le operazioni di rimozione, decontaminazione e smaltimento della copertura di amianto posto sul tetto del capannone.

MONTESILVANO Prosegue l’operazione di bonifica dell’area privata posta tra via Martiri d’Ungheria, via Roma e via San Pietro.

Dopo la pulizia e lo sfalcio del verde eseguito da una ditta incaricata dal Comune, con addebito ai 3 proprietari dell’area, sono iniziate ora le operazioni di rimozione, decontaminazione e smaltimento della copertura di amianto posto sul tetto del capannone.

«Sono oltre 50 anni – sottolinea il sindaco –  che la copertura in eternit  svetta su quel capannone in pieno centro di Montesilvano. Nonostante solleciti e disposizioni della Asl risalenti anche al 2010, per la pulizia dell’area sia per quanto riguarda la vegetazione presente che l’amianto, i proprietari hanno sempre disatteso le ordinanze emesse. Questa amministrazione ha fatto seguire alla burocrazia delle carte, la praticità dell’intervento. Nei mesi scorsi abbiamo provveduto alla pulizia del verde, atto che ha completamente cambiato l’immagine di tutto il quartiere. Adesso è stata avviata la delicata operazione di rimozione della copertura».

In questi giorni è stato montato il ponteggio necessario ai lavori. In settimana, non appena le condizioni meteo lo permetteranno, si comincerà con la rimozione dell’amianto secondo tutti i criteri di sicurezza necessari, la decontaminazione degli ambienti e la contestuale ricollocazione di una nuova copertura. Seguirà poi la fase di smaltimento e disallestimento del cantiere tra circa una decina di giorni.

Già a partire dal 2010 su proposta della Asl circa la necessità di procedere alla pulizia dell’area privata dalla fitta vegetazione presente, nonché alla bonifica dell’eternit posto sulla copertura del capannone, sono state emesse una serie di ordinanze della polizia locale, nei confronti dei proprietari, tutte rimaste inottemperate. Nel maggio 2018, con atto sindacale è stato ordinato ai proprietari dell’immobile di provvedere con urgenza ad eseguire gli interventi necessari a garantire la salvaguardia della salute pubblica. «Finalmente questa situazione di degrado in pieno centro è stata risolta. Ovviamente tutte le spese sostenute verranno addebitate ai proprietari. L’auspicio è che tutti i cittadini abbiano una maggiore attenzione alla cura delle loro proprietà contribuendo così in maniera concreta a garantire con l’ente pubblico una immagine decorosa di Montesilvano».

Please follow and like us: