Mar. Ott 22nd, 2019

Ampliamento discarica Santa Lucia, parere negativo della Regione Abruzzo

Ampliamento discarica Santa Lucia, parere negativo della Regione

Un parere decisamente importante che segna un ulteriore tassello e che lascia ben sperare nella definitiva chiusura della discarica di Atri.

 

 

ATRI Il servizio gestione rifiuti della Regione Abruzzo esprime parere negativo all’ampliamento della discarica Santa Lucia di Atri per i 360.000 metri cubi. Questo è il contenuto di una nota del dipartimento del governo del territorio e politiche ambientali della Regione Abruzzo. Un parere decisamente importante che segna un ulteriore tassello e che lascia ben sperare nella definitiva chiusura della discarica di Atri.

Un passo avanti decisivo – commenta il Sindaco di Atri Piergiorgio Ferretti e sento di ringraziare l’assessore regionale Nicola Campitelli che ha saputo ascoltare le sollecitazioni provenienti dal nostro territorio. Sento altresì di precisare che l’importante risultato arriva dall’impegno profuso dall’assessora del Comune di Atri Mimma Centorame che ha portato all’attenzione dei massimi vertici l’importanza della problematica ed è stata per me una guida fondamentale. Estendo il mio profondo ringraziamento al comitato antidiscarica Santa Lucia nella persona del rappresentante Ilaria De Lauretis che con grande professionalità porta avanti questa battaglia da anni, la Riserva Naturale Regionale Oasi WWF dei Calanchi di Atri nella persona del direttore Adriano De Ascentiis, il presidente della ASP Roberto Prosperie tutti gli altri attori che oggi si sentono soddisfatti da questo parere. Un sentito ringraziamento lo porgo anche al consigliere regionale Emiliano Di Matteo che ha dimostrato profonda sensibilità all’appello della nostra comunità già provata dalle vicende della vecchia discarica e lo estendo anche al gruppo della lega Atri nella personale del referente Luigi Collevecchioche ha da subito assunto un atteggiamento di difesa degli interessi atriani e auspico che sia l’inizio di una fattiva collaborazione anche per le altre delicate questioni che riguardano la nostra comunità”.

Please follow and like us: